Pubblicato il 25 marzo 2017

Poesie dalla Lettonia in galleria

Categoria: presentazioni

"Deviando sollecito dalla rotta", gruppo poetico Orbita

Un’ atmosfera senza tempo, incantata; eppure anche così reale e palpabile. Giovedì ci siamo immersi in un mondo che, devo dire la verità, non conoscevamo quasi. Abbiamo ascoltato il suono di una lingua e piano piano, ne siamo stati conquistati.

Avete mai ascoltato poesie lette a voce alta e in maniera sublime in una lingua che però non conoscete? E’ un’esperienza incredibile che mette a nudo il suono della parola, delle lettere che si accavallano e si scompigliano fino diventare musica.

Poi, quando si comprende il senso della poesia attraverso la sua traduzione è come se quel componimento svelasse anche le sue trame più profonde e si rivelasse totalmente a noi.

Ma prima vieni rapito da quelle cadenze e da quei ritmi, dalle pause e dai movimenti senza sforzarti di immaginare nulla. Ti lasci andare.

Grazie al gruppo ORBITA e a Slavika Festival che ci hanno permesso ancora una volta di vestire Evvivanoé di nuovo, di esplorare altri mondi che non sono poi così lontani.

DEVIANDO SOLLECITO DALLA ROTTA è un’antologia i cui autori colgono la realtà del loro paese con uno sguardo che fonde la visione scettica e spesso impartecipe, propria della contemporaneità con il romanticismo caratteristico della generazione che ha debuttato negli anni immediatamente successivi all’indipendenza dell’URSS (1991).

A cura di Massimo Maurizio

I poeti:

Artur PUNTE, Semen CHANIN, Vladimir SVETLOV, Sergej TIMOFEEV.

 

Gallery