Viaggio nel mondo fluttuante

16 giugno - 24 luglio 2016

Giovedì 16 giugno inauguriamo la seconda mostra nel nostro spazio torinese in Cit Turin.

Si tratta di una serie di opere delicate ma dal carattere forte che ci accompagneranno alla scoperta del “mondo fluttuante” ovvero quello degli Ukiyo-e.

La tecnica di stampa manuale con cui sono realizzati gli Ukiyo-e chiamata “mokuhanga”: si tratta di un’arte antichissima che dalla Cina giunge in Giappone ed è proprio qui, nelle città  più grandi, che fiorisce durante il periodo Edo.

Gli strumenti, la carta, i blocchi di legno scolpiti utilizzati come matrici: tutto è poesia, tutto avviene con movimenti precisi, lenti ma decisi, simili a un cerimoniale fatto di gesti pieni di significato.

Mara Cozzolino si è innamorata dell’arte della mokuhanga durante uno dei suoi viaggi in Giappone: con l’occhio dell’illustratrice e della disegnatrice non ha potuto fare a meno di provare a intraprendere questo cammino che in poco più di cinque anni l’ha portata prima in Scozia e poi in Giappone per diverse volte.

Il legame con questo Paese è andato via via intensificandosi. Mara è stata selezionata infatti tra pochi artisti in tutto il mondo per prendere parte alla residenza artistica presso il MI-LAB (Mokuhanga Innovation Laboratory) ai piedi del Monte Fuji, sul lago di kawaguchi.

In questa meravigliosa location ha potuto per più di un mese lavorare e creare le sue stampe a stretto contatto con la cultura locale e con gli altri artisti della residency.

La mostra Viaggio nel mondo fluttuante sarà un bel giro per i cieli notturni o albeggianti, segnati da ricami sinuosi e sempre più sottili di alberi, dagli intrecci indissolubili e dai pallori lunari, dal chiarore lieve delle stelle. Un affascinante cammino da percorrere sulla carta, materiale che mostra il lato delicato per poi andare a scoprire il lavoro immenso e certosino dei blocchi scolpiti che sono, essi stessi, un’opera d’arte.

Nella tradizione giapponese andavano distrutti per assicurare la non riproducibilità  in serie delle stampe. Noi abbiamo deciso di esporli perchè hanno un valore inestimabile di ore di lavoro, di creatività , di genialità.