Juan Sanmiguel

Testo critico

"Sanmiguel plasma un' influenza africana dentro i volumi e la deformazione della anatomia umana e corporea. Tratta gli effetti della sua arte come una nuova estetica primitiva nella deformazione creativa, nella quale sconfina un senso magico, materializzando l’incanto trascendentale. Le opere di Sanmiguel diventano vive, mostrano tutte le attitudini e posture di movimento, nelle quali si trasferiscono interiorità specifiche di una spazialità vitale dell’essere umano in tutte le sue sfaccettature».
Beatriz Ahijon Lana

Biografia

Juan Sanmiguel nasce nel 1976 a Logroño, Spagna. Fin dall’infanzia si avvicina alla ceramica ed è attratto dal potenziale espressivo dell’argilla. Dopo aver seguito vari corsi di disegno, si trasferisce a Madrid e frequenta corsi di arti plastiche e tecniche scultoree. In Normandia, Francia, entra in contatto con le tecniche di fusione artistica del bronzo, che sarà, a partir da quel momento, il materiale che determinerà la sua opera.
La sua formazione accademica si sviluppa tra il Circolo di Belle Arti di Madrid e la scuola di arti plastiche “La Palma” dove impara formatura e tecniche scultoree con diversi materiali. Tutto influisce nella sua evoluzione dall'opera figurativa classica allo stile personale: a poco a poco sviluppa così un proprio linguaggio scultoreo.
Dal 2012 vive e lavora in provincia di Torino.